Esperienza e diagnosi multidisciplinari
Affidati all’esperienza dei medici del nostro centro poliambulatoriale ed alla qualità dei nostri macchinari diagnostici.

Una corretta diagnosi parte senz’altro da una visita cardiologica completa e di alto livello ma deve anche essere integrata con altre indicazioni relative a stili di vita e regimi alimentari.

Fondamentale è il coordinamento con gli altri nostri medici (endocrinologo, diabetologo, ginecologo o urologo, naturopata e nutrizionista) per una diagnosi multidisciplinare olistica.

I servizi cardiologici offerti da La Clinica sono:

Ecocolondoppler TSA

È la la terza causa di morte dopo i tumori e le coronaropatie oltre ad essere una delle più comuni cause di inabilità fisica negli adulti. Dato che l’età media della popolazione italiana è in continuo aumento, i soggetti a rischio per malattie cerebrovascolari sono di conseguenza sempre in aumento.

Ad oggi, l’ ecocolordoppler TSA è l’esame diagnostico preferito per la valutazione del distretto carotideo e vertebro-basilare; ciò deriva dalla sua non-invasività, dalla possibilità di ottenere informazioni morfologiche ed emodinamiche in tempo reale (spesso più accurate della angiografia) e dall’assenza di controindicazioni o complicazioni.

Viene richiesto generalmente in seguito a comparsa di sintomi emisferici quali parestesie, amaurosi e sintomatologia riconducibile ad episodi anche fugaci di ischemia cerebrale ma ancora più frequentemente come controllo d malattie sistemiche intercorrenti, tra le più importanti l’ateroscerosi ed il diabete.

Ecocardiogramma Bidimensionale color-doppler

L‘ecocardiografia è una tecnica che si avvale dell’impiego degli ultrasuoni per visualizzare l’anatomia del cuore e la sua funzione. E’ una metodica non invasiva, indolore, priva di qualsiasi danno biologico e facilmente ripetibile, così da essere diventata un ausilio insostituibile per il percorso diagnostico e la valutazione clinica nel tempo del paziente cardiopatico (follow-up).

Mentre una radiografia del torace o una TAC convenzionale riescono solo a fornire immagini di tipo fotografico, una registrazione ecocardiografica è un po’ come una ripresa cinematografica che permette anche di vedere il movimento delle strutture cardiache e del movimento e della direzione del sangue.
A differenza delle radiazioni che possono creare lesioni nelle cellule umane, gli ultrasuoni non sono dannosi.

Questa caratteristica rende l’ecocardiografia la metodica ideale in tutte quelle condizioni in cui è necessario ripetere un esame in tempi ravvicinati e per controllare nel tempo l’evoluzione di malattie cardiache.
L’Ecocardiogramma color doppler è ormai diventato un esame sempre più richiesto perché è relativamente poco costoso, non invasivo, facilmente accessibile, e ricco di informazione se eseguito da persone esperte della metodica.

Elettrocardiogramma computerizzato con fibre ottiche

L’opinione medica è universalmente concorde ad assegnare la massima importanza alle modificazioni nel tempo del tracciato elettrocardiografico. E’ ovviamente molto difficile ed estremamente complicato valutare piccole modificazioni in un tracciato stampato su carta e quindi minuscolo nelle sue forme.

  Se i complessi sono invece estrapolati ed enormemente ingranditi su uno schermo, sovrapposti ai precedenti generati in altre visite anche di decenni prima, risulta agevole valutare le minime modificazioni del tracciato.
In questo modo, tutti i dati di un paziente, vengono immagazzinati nel computer del medico e ciò costituisce sicuramente una maggiore sicurezza in caso di perdita della documentazione cartacea, che può essere facilmente ristampata.

Inoltre è da notare che quando un medico chiede al paziente di portare in visione gli esami precedenti, il paziente esibisce di solito l’ultimo controllo elettrocardiografico che poterebbe essere sostanzialmente uguale al tracciato eseguito durante la visita, ma modificato in maniera significativa rispetto al tracciato di alcuni anni prima, rimandando la diagnosi della patologia emergente e facendo quindi perdere tempo prezioso per l’inizio della cura.

Elettrocardiogramma dinamico (Holter)

E’ una metodica diagnostica utilizzata per monitorare l’attività elettrica del cuore durante un intervallo di tempo più o meno lungo, solitamente corrispondente a 24-48 ore, ma con i registratori di ultima generazione sino ad un massimo di sette giorni.

L’analisi automatica fornisce al medico informazioni sulla morfologia del battito cardiaco, l’intervallo RR, la variabilità della frequenza cardiaca, ritmo e panoramica diario del paziente.

Monitoraggio della pressione arteriosa

E’ una metodica diagnostica usata in medicina per misurare la pressione arteriosa ad intervalli regolari durante le 24 ore.
Viene effettuato con il posizionamento di una apparecchiatura elettronica alla cintura collegata con un normale bracciale per rilevazione pressoria.

L’esame avviene in maniera completamente automatica e quindi senza il minimo intervento del paziente che verrà invitato a svolgere una vita normale ma possibilmente tranquilla, evitando, per esempio la attività fisica o sforzi importanti.

Ha diverse indicazioni cliniche, tra cui l’accertamento diagnostico della presenza reale di uno stato ipertensivo, della ipertensione da camice bianco e la determinazione del profilo pressorio notturno.